seguici su facebook seguici su twitter asarva.org
In un momento economico particolarmente difficile, i costi energetici rappresentano una fra le maggiori cause di perdita di competitività aziendale. Come se non bastassero la fiscalità opprimente e la scarsa efficienza dell'apparato statale, la piccola impresa italiana paga oggi l'energia il 35,5% in più rispetto alla media UE. In Italia, la regione più penalizzata è proprio la Lombardia, cuore produttivo del Paese, con 2.289 milioni di euro di divario di costi rispetto alla media europea. Il CenPI, Confartigianato Energia per le Imprese, &eagrave; stato costituito nel 2003 allo scopo di garantire alle imprese condizioni trasparenti e virtuose nell'approvvigionamento di energia. Ogni anno confrontiamo e selezionamo le offerte migliori sul libero mercato dell'energia elettrica e del gas, riuscendo, con la forza contrattuale di migliaia di imprese, a ottenere condizioni più vantaggiose, con risparmi che variano dal 30% ad oltre il 50%.